Food Hunters: Bfood va a caccia

Sabato 23 Settembre a Milano centinaia di persone affamate hanno agitato il mare urbano con onde spumeggianti di divertimento e tanta tanta fame: la prima caccia al tesoro interamente dedicata al cibo ha incuriosito l’appetito di tutti e noi di BFood certamente non potevamo evitare di apportare il nostro goloso contributo.

 

foodhuntersCi ritroviamo così davanti a Eataly già con quel leggero appetito della metà mattina e superato il check-in ci viene consegnato il kit del bravo foodhunter: acqua, una varietà non indifferente di caramelle, una birra che male non fa mai e per dare al mondo un’idea di persone che tengono alla propria linea, una mela. Il diktat però è chiaro: “non mangiatela”. Nessun problema.

Siamo così assegnati al percorso 7, tortuoso e divertente ma senza ancora sapere quanto, e sul gong riceviamo una prima busta. Leggiamo: “tempo stimato: 31 minuti”. Scatta così il countdown mentale e isolato il gruppo da minacce esterne si apre la guaina e si scopre la prima prova: diventeremo un’opera d’arte. Tralasciando varie ed eventuali manie auto-celebrative, noi Bfooders iniziamo la caccia alla ricerca per Milano di quadri da rappresentare e mentre, presi dall’ansia del raggiungere la prima tappa del nostro viaggio, cerchiamo il quadro prescelto, volano sul gruppo WhatsApp dei partecipanti le prime Creazioni di Adamo. Più attratti dal Novecento e le sue contraddizioni, e poco resistendo alla golosità di quella mela, optiamo per “Il figlio dell’uomo” del Magritte, in una versione per così dire rinfrescata.
mela

In realtà le prove in busta erano due e veniva finalmente spiegato il senso del verde pomo: a cosa si può arrivare col baratto partendo dalla suddetta mela? Noi abbiamo provato a sollevare cantautori, negozianti e da veri Bfooder anche chef famosi, ma alla fine l’abbiamo ceduta per un bacio e un numero di telefono poi scambiato per un bel ciondolo, ma *SPOILER ALERT* non abbiamo vinto la prova.

Delusione a parte, che comunque arriverà molto più in là, ci dirigiamo a prova conclusa verso il nostro meritato antipasto da Orto, dove arriviamo forse in ritardo ma decisamente affamati, ché la burratina al basilico con consistenze di pomodori appare come un miraggio: neanche il tempo di capire cosa fosse e già è scomparsa.

orto

Meritatamente riceviamo la busta con la seconda prova nella quale abbiamo sicuramente dato il meglio di noi. Il compito sfidante che ci aspetta per poter accedere al nostro primo è quello di tributare 15 secondi ad uno dei momenti più indimenticati della televisione italiana. Giriamo così il nostro carosello su quei miracoli che nascono nelle tasche delle nonne che sono le caramelle Rossana, e ci dirigiamo nella fortunatamente vicina Trattoria Toscana.

Inebriati dai numerosi calici di chianti e dall’atmosfera magica del giardino interno, un po’ meno meritatamente riceviamo la terza prova. Esaltazione e sconforto ci accompagnano nello scoprire che la prossima tappa è da Capra e Cavoli, ma che per arrivarci e così agguantare il nostro agognato secondo dovremo attraversare tutta la città. La prova, esilarante, ci ha portato ad indossare qualcosa che fosse cibo, o comunque trasformabile in cibo. Abbiamo così creato un meraviglioso vestito di spaghetti integrali chiaramente già venduto ai principali marchi di moda per la prossima fashion week.

pasta

Ben rimpinguati dalla cotoletta di sedano rapa ma soprattutto dall’ultimo bicchiere di lambrusco, le prove sono finite. Resta dunque la festa da Pane Quotidiano, dove il pacco di pasta richiestoci in selezione da fedele compagno di viaggio si trasforma in un piccolo gesto di solidarietà.

IMG_6398

Alla fine, come detto, la prova baratto non ci ha visto vittoriosi, ma il 68esimo posto nella classifica generale sicuramente ci rende la meritata gloria di chi sfiora la vittoria divertendosi in una bellissima giornata trascorsa nella fresca aria settembrina di Milano, scoprendo tanti luoghi e soprattutto mangiando ottimi piatti nell’amena compagnia degli amici BFooders.

Alla seconda edizione!

 

Fabio Ingrosso

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s