Stanco del solito sushi?

Il sushi è un sempreverde: il suo sapore fresco ed esotico è ideale sia nelle calde giornate estive, sia in inverno, quando sotto una coperta rimpiangiamo il sole, la sabbia e il mare. Se con il boom delle formule “All you can eat” rischia di perdere il suo tratto distintivo e cadere nella standardizzazione, ci sono ristoranti che invece hanno cercato di innovare un piatto dagli ingredienti semplici, facendo felici le nostre papille gustative. In particolare ci sono cinque posti a Milano dove sicuramente non mangerete il ‘solito’ sushi.

Primi fra tutti i famosi Temakinho e Copacabana. I sapori brasiliani e fruttati sono un’esplosione di novità che ci catapultano direttamente oltreoceano. Anche l’estetica gioca una carta vincente: gli uramaki infatti sono caratterizzati da colori sgargianti. Temakinho ha da poco aperto una nuova location accanto alla stazione di Cadorna (Via Giovanni Boccaccio, 4, 20123 Milano), molto più grande di quella sui Navigli, che spesso propone musica dal vivo.

1

Un altro posto è La Perla d’Oro in Via Vigevano, 13, 20144 Milano. Non a caso il suo secondo nome è “Asian Contemporary”. Il menù vi lascerà spiazzati: sushi al riso venere, sushi al riso allo zafferano, spaghetti al te verde e tanto altro. Se passate per pranzo, il ristorante accompagna il piatto con un simpatico vassoio comprensivo di involtino primavera, ciotola di riso, insalata, zuppa di miso e ananas, l’ideale per un pranzo completo e saziante prima di tornare a lezione.

2

Passiamo ora a ristoranti che non sono specializzati nella cucina nipponica ma che per questo propongono varianti ancora più innovative.

GAM – Viale Pasubio, 8, 20154 Milano

È un bistrot coreano che offre tra i tanti piatti i Kimbap, rotolo a base di riso, verdure e carne, servito in foglie di alga secca. Questo piatto tradizionale viene proposto in cinque varianti: con il manzo marinato in salsa di soia, suino condito con salsa piccante, tonno, tofu fritto e con il formaggio.

3

In viale Coni Zugna invece si trova YUM (- Viale Coni Zugna, 44, 20144 Milano), ristorante filippino che propone una sorta di ‘sushi scomposto’, ovvero ciotole di riso con vari toppings tra cui carne e pesce, frutta esotica come mango e cocco, verdure a noi ben note come zucchine e cipollotti, e salse inusuali come quella al latte di cocco o la piccante adobo.

4

Per concludere vi proponiamo un luogo insolito, che magari sembrerebbe stonare con i grandi ristoranti sopra citati. Ma è il luogo ideale quando si vuole mangiare bene senza spendere troppo. Stiamo parlando del supermercato! È vero che Esselunga e Temakinho sono lontani anni luce, e infatti stiamo parlando di una valida alternativa a formule economiche ma rischiose dal punto di vista salutare. Ciò che sorprende è la variegata scelta: dagli uramaki con riso integrale, con frutta secca, a onigiri facili da portarsi in giro e tutti freschi di giornata. All’Esselunga inoltre dalle 19:30 in poi cominciano gli sconti dal 20% al 40%, un’occasione da non perdere! Carrefour e Iper invece hanno arruolato cuochi che cucinano sotto i vostri occhi. Non riuscirete a resistere e rimarrete sorpresi per la qualità del prodotto che ovviamente ha il vantaggio di venire sottoposto a controlli rigorosi.

5

 

Francesca Cardani

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s