La cucina del “senza”

Nonostante la presenza della parola “senza”, che spesso fa tremare i più restii alla dieta, questo stile culinario non ha nulla in comune con i regimi alimentari estremi a base di rinunce e sensi di colpa. Si tratta di una cucina che unisce il piacere per la buona tavola all’attenzione per la salute, il tutto mettendo sempre al primo posto il gusto. Questa è la Cucina del Senza, filosofia culinaria di Marcello Coronini.

cucina 1.png

La passione per il mangiar bene ed il buon vino viene coltivata da Marcello Coronini già ai tempi dell’università a Siena, quando frequenta assiduamente l’Enoteca Italiana, e si arricchisce poi nel tempo con corsi di sommelier, manifestazioni enogastronomiche e visite a numerose cantine italiane ed estere. Coronini si afferma professionalmente come personalità poliedrica: scrittore di più di venti libri di enogastronomia, giornalista per numerose testate, critico enogastronomico e docente universitario. Dal 2006, infatti, tiene un corso di alimentazione presso la facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Milano a cui si è aggiunto poi il Master “Analisi e gestione del rischio alimentare – Cibo e salute” che vede coinvolte anche l’Università degli studi di Pavia e l’Università Cattolica di Piacenza e Cremona. Compare inoltre sul piccolo schermo in varie trasmissioni televisive sui canali Rete 4 e 7 Gold. Oltre al marchio La Cucina del Senza®, Coronini è anche fondatore della “Marcello Coronini Promotion srl”, società che si occupa di eventi enogastronomici tra cui “Gusto in Scena”. Arrivato quest’anno alla IX edizione, il ‘congresso di alta cucina’ vede svilupparsi in parallelo quattro eventi che coinvolgono chef di spicco tra cui Ilario Vinciguerra, Philippe Léviellé, Christian e Manuel Costardi, Carlo Cracco e il re del cioccolato Ernst Knam. Oltre agli chef, si è creato un vero e proprio network di produttori a sostegno di questa filosofia, tra cui Parmigiano Reggiano, Solania Pomodoro di San Marzano Dop, Ooxx, Domori, e tanti altri a cui vanno aggiunte altrettante numerose cantine vinicole.

cucina 2

Ma Coronini non fa tutto questo da solo. Dal 1990 al suo fianco ha Lucia Comuzzi, anche lei appassionata di vino e gastronomia. Laureata in Architettura, è ideatrice di progetti innovativi come la linea di borse termiche per il vino e la pentola-forno. Dal 2005 inizia a collaborare con testate giornalistiche note, per approdare nel 2008 alla professione di giornalista.

“Senza grassi, sale e zuccheri aggiunti”, ecco la semplice formula della Cucina di Coronini, il quale ci tiene a porre l’accento sull’aggettivo ‘aggiunti’. Non è necessario eliminare completamente grassi, zuccheri e sale, che sono invece essenziali al nostro organismo, ma solo le loro quantità extra. Gli alimenti quotidiani infatti contengono già le quantità sufficienti per il corretto funzionamento del corpo, che quindi non ha bisogno di nessuna integrazione.

L’obiettivo dell’opera di Coronini è far comprende come sia possibile mangiare in maniera salutare, senza rinunciare né alla tradizione, né al gusto. Tra le pagine del libro di ricette si intrecciano sapori, aromi, ingredienti quotidiani e tipici della nostra terra. Come in ogni cosa, la parte più difficile è cominciare! Ed è proprio questa la funzione del libro: accuratamente progettato, accompagna il lettore nel percorso verso l’eliminazione degli ‘aggiunti’. Le ricette sono studiate appositamente per essere gustose e saporite, in modo tale da ‘ingannare’ il palato e permettervi una transizione graduale. Nel ricettario sono anche incluse le regole base per realizzare questa cucina, un’analisi delle patologie derivanti dalle quantità eccessive dei tre componenti organici, consigli su come fare la spesa, tecniche di cottura, e astute ‘tips’ per esaltare ancora di più i piatti.

Duplice è il vantaggio del “Senza”, a partire dalla facilità di esecuzione. Coronini spiega che esistono due Cucine del Senza: quella dei grandi piatti degli chef (protagonisti dell’evento Gusto in Scena) e quella di casa. Le ricette da lui ideate sono quelle quotidiane e gli ingredienti si possono trovare ovunque, il che le rende versatili e adatte a qualsiasi regime alimentare lasciando spazio a varianti e creatività. In secondo luogo, ma non meno importanti, sono i grandi benefici per la salute. Molte persone sottovalutano questo aspetto nelle loro scelte alimentari, vuoi per pigrizia o per abitudine.  “Siamo ciò che mangiamo”, per questo cominciare da subito una corretta alimentazione vuol dire prevenire e curare patologie, carie e pressione alta. Se tutto questo non è abbastanza convincente, cogliete la sfida di Coronini: invitate a cena degli amici e, senza anticipare nulla, preparate una cena seguendo i suoi consigli. Rimarrete stupiti dall’esito perché probabilmente, se non sicuramente, nessuno si accorgerà delle mancanze e questo è dovuto al tratto distintivo che differenzia questa filosofia da numerose diete, soprattutto quelle rapide e proibitive, ovvero la centralità del gusto. Giusto per fare un esempio, si può citare una ricetta molto cara al suo ideatore: risotto alle fragole, marsala invecchiato e fontina. Mangiandolo si pensa che sia più buono ed elegante di quello originale perché i sapori sono esaltati e autentici nella loro naturalezza.

cucina 3

In un’epoca in cui il tema dell’alimentazione è sempre più centrale ma anche polarizzato tra l’eccesso e l’insufficienza, tra consapevolezza e sfrenatezza, il giusto equilibrio e la lungimiranza diventano il segreto per vivere bene, in salute, senza rinunciare al piacere per la buona tavola che ci contraddistingue. La Cucina del Senza si tratta di una scelta alimentare gustosa ma salutare e consapevole, ricca di sapori ma attenta alle sfide che il nostro organismo deve affrontare.

cucina 4

 

Francesca Cardani

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s