BROS’: un viaggio tra il sangue e l’energia dei vent’anni

Forse perché sono nostri coetanei, forse perché usano i social, forse per quella voglia di osare e rischiare nel portare avanti le proprie idee così forte come la nostra. Senza dubbio qualcosa ci dice che la conferenza dei Bros’ non possiamo proprio perdercela.

br

Superando ogni nostra aspettativa, i giovani Floriano e Giovanni Pellegrino assieme ad Isabella Potì portano sul palco di Identità Golose il loro “Sangunazzu royal”, facendo del sangue l’elemento chiave tramite cui parlare al pubblico di sé e della propria terra.

Floriano per primo prende la parola e racconta la storia dei Bros’, fatta di una passione nata nell’azienda agricola di famiglia, coltivata e maturata grazie ad esperienze in tutto il mondo e oggi culminata in un ristorante a Lecce dove, affiancati a una squadra di altri giovanissimi cuochi, stanno creando, come loro stessi dicono, << quel motore che serve al nostro territorio per crescere >>.

Il “sangunazzu royal” viene preparato grazie ai segreti appresi trascorrendo una settimana con un “gitano siciliano”, macellaio professionista dell’arte del sanguinaccio, ed è un piatto che permette ai tre talenti in sala di affrontare il tema del viaggio, concetto chiave per Identità Golose 2017, in modo particolarmente significativo.

Al di là dei viaggi in giro per il mondo che arricchiscono i loro curriculum, vero protagonista della conferenza è infatti il viaggio tra presente e passato che i Bros’ compiono e comunicano attraverso il sangue, quel viaggio profondo che li spinge a ricercare gli elementi “sanguigni”, ossia fondativi, del gusto e del popolo salentino, alimentando quotidianamente il loro lavoro.

br2

All’evidente talento culinario di Isa e dei fratelli Pellegrino si affiancano grandissime capacità comunicative.

È infatti con un video estremamente coinvolgente che i Bros’, giocando sul contrasto tra sangue e acqua, esprimono in immagini e suoni il detto “lu sangu nu se face mai acqua” e ripercorrono i momenti e i luoghi più significativi del loro territorio e della loro storia. Capiamo così immediatamente che parlare di sangue significa parlare di fratellanza, di legami che una volta creati sono indissolubili, come quelli che si instaurano tra i Bros’ e chiunque passi per la loro cucina, anche per soli 2 o 3 mesi. Parlare di sangue significa anche parlare di quel ritmo, quel battito vitale ed energico che rende vivi questi ragazzi di giorno e che li tiene svegli la notte.

I Bros’, come noi, sono nati con Instagram, sono nati viaggiando, non conoscono frontiere ma conoscono il mondo, nella sua globalità e nel suo continuo e incessante movimento. È per questo che nella loro cucina uno dei principi guida è “think local, act global”. Solo così tutto ciò che si è appreso viaggiando può contribuire davvero ad arricchire e valorizzare la realtà locale.

br3

Conclusa la conferenza abbiamo la possibilità di fare alcune domande ai Bros’ e ci rendiamo subito conto del perché a quella conferenza non saremmo potuti assolutamente mancare.

Come ci dice Floriano, i veri obiettivi non si raggiungono per volontà del destino né si raggiungono da soli.

Servono impegno e dedizione, legami e unioni.

Ai Bros’, come a noi, si prospetta un futuro ricco di straordinari strumenti e opportunità, tutto ciò che dobbiamo fare è imparare a coglierli e utilizzarli per creare reti e coniugare forze diverse che siano capaci di far nascere nuovi progetti e di valorizzare insieme il nostro territorio.

Abbiamo vent’anni e la stessa voglia di osare, rischiare e imparare dai nostri errori per portare avanti ciò in cui crediamo.

Cari Bros’, sappiate che verremo a trovarvi presto.

Alice Bergomi

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s