Londra: I Miei Luoghi Del Cuore

Se mi chiedessi quali sono le prime cose che mi vengono in mente pensando a Londra, le risposte sarebbero abbastanza prevedibili: c’è chi risponderebbe il British Museum, la Tate Modern, Buckingham Palace chi penserebbe invece ai mercatini delle pulci, da Portobello a Camden Town… Si potrebbero spendere interi pomeriggi a parlare del fervore culturale della metropoli inglese, ognuno avrebbe aneddoti, luoghi preferiti, ricordi da condividere ma sono quasi certa che le conversazioni toccherebbero di rado l’aspetto culinario. Pensare a Londra non richiama immagini di cibo ed è proprio per questo che voglio provare a creare un nesso. L’Inghilterra non è di certo famosa per l’ottimo gusto, ma di solito chi torna da Londra, nel raccontare la sua vacanza londinese, elogiando la città si lascia scappare critiche eccessive nei confronti del cibo, nonostante esempi di cibo raffinato e salutare ce ne siano.  Ho sempre creduto che nella vita sia fondamentale informarsi ed essere curiosi, ed ecco quindi che anche a Londra si può entrare in un bel ristorante e godersi un ottimo pasto, circondati da atmosfere uniche e memorabili. Basta cercare e saper cercare, con molta pazienza. Per questo volta voglio semplificare la ricerca e condividere alcuni dei miei posti preferiti senza i quali Londra e le mie vacanze londinesi non sarebbero le medesime.

l17

l16

Una costante in tutti i miei soggiorni londinesi è sicuramente Sketch. 24 ore a Londra, 48, 72… devo sempre trovare un’ora per sedermi su una delle loro sedie in vimini, circondata dalla carta da parati verde e sorseggiare un thè o bere un cocktail e sistemarmi il trucco in quello che senza dubbio posso definire il bagno più suggestivo e stravagante che io abbia mai visto. Siamo nel cuore di Londra, a pochi passi da Regent Street e Oxford Circus in un locale creato dall’artista inglese Martin Creed che ha unito arte, design e gastronomia creando un ambiente unico ed originale. Da Sketch si può bere il classico tè delle cinque, un aperitivo, cenare o sorseggiare un drink dopo cena. Andate all’orario che preferite ma andate, anche solo per ammirarne l’unicità ed entrare in un mondo parallelo, quasi fiabesco scappando dalle caotiche vie dello shopping a pochi passi dal locale.

Se l’atmosfera sofisticata e radical chic di Sketch non fa per voi, consiglio Cahoots. Siamo vicino a Carnaby Street, nel cuore della metropoli inglese, in quello che durante la seconda guerra mondiale era un rifugio antiaereo, trasformato oggi in un bar in stile stazione metropolitana degli anni ’40. Dopo aver prenotato online, con qualche giorno di anticipo, sarete trasportati in un’atmosfera unica e magica: si scende una scalinata, ci si trova di fronte alla biglietteria e si accede poi alla zona treni dove si può gustare un cocktail comodamente seduti sulle classiche poltrone della Tube inglese. A rendere unico questo posto non sono solo l’arredamento e l’atmosfera vintage anni ’40 ma anche e soprattutto la vasta gamma di cocktail, dai più tradizionali ai più stravaganti, consultabile da un giornale adibito a menù.

l13

l12

Durante il vostro soggiorno londinese non può mancare il classico tè all’inglese. I locali che lo offrono sono tanti e tutti hanno la stessa formula: vi sono alcuni menù tra i quale scegliere, che prevedono generalmente un piatto salato, una fetta di torta, degli scones accompagnati da cornish clotted cream e marmellate e mini porzioni di dolci. Il mio tea time preferito rimane però quello di Fortnum & Mason. Per oltre 300 anni è stato un rivenditore di qualità superbe di tè ma nel 1926 ha deciso di trasformarsi in un negozio con ristorante per l’afternoon tea. Al quarto piano dello store, situato in Piccadilly Street, si apre il maestoso Diamond Jubilee Tea Salon: all’azzurro Tiffany delle poltrone e del servizio da tè, si contrappongono l’argenteria e il bianco candido delle tovaglie. I menù tra cui scegliere sono quattro, tutti con la medesima formula precedentemente descritta, variando in termini di prezzo per la qualità degli ingredienti offerta nel piatto salato o nei finger sandwiches. Come ogni tea time londinese i prezzi non sono a buon mercato: il menù meno costoso si aggira intorno ai 44 £ ma vi assicuro che la qualità del cibo, del tè e l’atmosfera principesca sono da provare.  

Se volete un tea time più informale ma soprattutto se volete che sia davvero una merenda e non una cena, vi consiglio Yauatcha (Soho). Per accompagnare la vostra tazza di tè, avete a disposizione un intero bancone di marmo per scegliere delle mini porzioni di torte. Yauatcha, però, non è solo una tea house ma anche un ottimo ristorante cinese in cui gustare dim sum, da quelli classici a quelli più innovativi e contemporanei e tradizionali piatti della cucina cinese.

Altro posto che consiglio per una merenda, ma anche per una colazione o un brunch è The Breakfast club. Ve ne sono diversi sparsi per Londra ma il mio preferito rimane quello di London Bridge, situato in una tranquilla via in cui potersi godere un caffè comodamente seduti all’aperto. Emblema della cucina inglese, questa catana offre la tradizionale English Breakfast con eggs, bacon, sausage, potatoes e porridge da poter abbinare come preferite. Il posto però mi ha catturato per i pancakes, serviti con frutta fresca come fragole, lamponi, mirtilli e accompagnati da gelato alla vaniglia e panna. Insomma, un buon modo per iniziare la giornata felici e un’ottima scusa per dover camminare ore e ore tra le vie di Londra per smaltirne almeno uno.

l7

Per una pausa pranzo o semplicemente una pausa caffè durante le ore di shopping nel cuore londinese consiglio The Wolseley, caffè-ristorante al 160 di Piccadilly Street. Dall’ambiente raffinato, chic e sofisticato, The Wolseley è un’istituzione nella Londra per bene, in cui sorseggiare un caffè servito su un vassoio di argento, circondati da colonne di marmo e camerieri in giacca e cravatta.

l6

I miei posti preferiti rimangono però Ziferblat e Petersham Nurseries. Descriverli è difficile in quanto si discostano da qualsiasi idea di locale a cui generalmente si pensa ed è proprio questo che me li fa amare. Da Ziferblat tutto è gratis, tranne il tempo. Ci si sente a casa: si entra in un vero e proprio appartamento, con cucina, tavoli, poltrone, pianoforte, chitarre, libri… Si può passare il tempo come si preferisce, leggendo, parlando con gli altri ospiti del locale, suonando, giocando a carte o con altri giochi in scatola. Ognuno è libero di fare ciò che vuole, esattamente come quando si è casa propria. Ognuno è libero di prepararsi del tè, del caffè, del pane con la marmellata. C’è solo una regola: ritirare un orologio appena arrivati da riconsegnare quando si decide di lasciare l’appartamento pagando il tempo trascorso nel locale. Ogni minuto ha il prezzo di 6 pence e nel caso si voglia trascorrere tutta la giornata si pagano solo 5 ore.

“Like an extension of your own home. Work, study, relax, explore, play, attend events, eat cake, have a brew.”

l5

Concludo parlando dei Petersham Nurseries. Questa volta non siamo nel centro di Londra ma a Richmond, facilmente raggiungibile con il treno da Victoria Station. Questo posto vale assolutamente i 15 minuti di viaggio che separano la città da Richmond. Siamo in campagna, in una serra: possiamo pranzare nel ristorante (da prenotare con anticipo), nel cortile optando per il buffet che offre generalmente quiche, insalate e piatti freddi o gustarci un tè con un’ottima fetta di torta fatta in casa direttamente nella serra, circondati da fiori e profumi incantevoli. Un luogo quasi fiabesco, surreale che vi farà dimenticare di essere a pochi passi da una delle città più caotiche del Regno Unito. Un luogo magico che mi ha stregato, entrando con estrema facilità nei miei luoghi del cuore.

l4

Ho sempre amato Londra, ma da quando ho scoperto questi locali il mio amore è aumentato. Spero vi possa succedere lo stesso.

Sara Mantero

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s