Quomi

I servizi a domicilio sono da sempre considerati comodi e veloci, insomma … chi non ha mai ordinato una pizza a casa in una piovosa serata invernale? oppure, chi accorgendosi di avere il frigo vuoto ha ordinato la spesa direttamente a casa? Un po’ per noia, pigrizia e per impegni vari, da i più tradizionali a quelli più recenti sono sempre convenienti.

Oggi però vi parliamo di “Quomi”, un servizio del tutto particolare e innovativo nato a gennaio 2015. Quomi consente di risparmiare il tempo per la spesa, evitare sprechi di cibo, di risorse e di tempo, seguire ricette nuove e selezionate da chef professionisti. Insomma, cosa chiedere di più?

L’idea di Quomi è nata a Berlino, dall’esigenza di due ragazzi appena trentenni, Daniele e Andrea (i co-founder di Quomi), che lavoravano insieme per Zalando. La necessità di trovare cibo italiano di buona qualità in Germania è stata la molla decisiva che li ha spinti a prendere la decisione di lanciare Quomi. Dopo aver analizzato cosa succedeva sul mercato dell’online food a livello internazionale, hanno deciso di lanciare in Italia un modello che ancora non era presente nel nostro paese. Quomi è infatti un servizio interamente Online, sul sito (www.quomi.it/) è possibile ordinare varie ricette proposte settimanalmente con i cibi più ricercati Made in Italy per soddisfare tutti gli amanti dei sapori autentici: vegetariani e non. Dopo aver effettuato l’ordine, Quomi invierà a casa o in ufficio l’occorrente con gli ingredienti che poi potrai cucinare, seguendo passo passo le ricette.

Quomi è dunque un servizio che opera nell’e-commerce e i suoi ideatori pensano che l’e-commerce in Italia sia un settore in forte espansione, anche se ancora con volumi piccoli rispetto agli altri grandi mercati europei. Questo da un lato presenta grandi potenzialità mentre dall’altro ha dei limiti legati alla scarsa diffusione della banda larga in Italia ed alla poca confidenza degli italiani a comprare online e ad utilizzare carte di credito. Il mercato tuttavia è in crescita, la concorrenza è limitata rispetto ad altri mercati e quindi le possibilità di sviluppo sono notevoli. L’online food, in particolare, arriva dopo altri grandi trend di successo dell’e-commerce come il ticketing, fashion e home-design ma sta “esplodendo”, questo è dimostrato dal fatto che grandi player come Amazon stiano puntando sull’Italia con progetti come Amazon Prime Now. Nei prossimi anni si prevede che il trend si diffonderà anche nel nostro paese.

q.png

L’online food è sicuramente un mercato potenziale e in forte crescita nonostante la possibile incertezza iniziale da parte dei consumatori rispetto alla qualità del cibo ma Daniele ci racconta che i prodotti sono acquistati da fornitori presenti su tutto il territorio italiano, che rispettano determinati requisiti di eccellenza e qualità. Infatti, loro selezionano solo i migliori fornitori italiani, sia per i prodotti freschi che secchi. Quelli non freschi vengono conservati nel loro centro logistico, in una struttura certificata per la gestione di prodotti alimentari mentre i freschi vengono gestiti “just-in-time”: li ricevono dai loro fornitori la mattina stessa in cui vengono spediti ai clienti, in modo da garantirne la freschezza. I prodotti sono poi consegnati in 24h in tutta Italia con un box isotermico contenente gel refrigerante, in modo da mantenere la temperatura tra 0 – 4 gradi. Nella “Quomi-scatola” vengono spediti ingredienti dosati e le ricette da seguire per cucinare i prodotti, a casa è solamente necessario avere gli strumenti e i prodotti basilari come sale, zucchero e olio. Quomi collabora con chef professionisti che li supportano nel processo di creazione delle ricette e di selezione degli ingredienti, rispettando stagionalità e regionalità.

qq.png

Essendo all’estero già molto diffuso l’ordine online di cibi e la conseguente consegna a casa, Daniele ci riferisce che ad oggi sono concentrati sul mercato italiano ma non escludono di guardare anche all’estero in futuro. Per il momento, i consumatori non solo si trovano nelle grandi città ma anche nei centri medio-piccoli, sia al Nord che nel Sud Italia il cliente-tipo è la coppia giovane senza figli o con figli piccoli, in età mediamente compresa tra i 30 e 50 anni.

Quomiqqq.png

Alle domande “come sta cambiando l’idea di consumare food? perché è preferibile cucinare fai-da-te a casa? perché è più conveniente per un cliente seguire le vostre ricette e comprare i vostri prodotti piuttosto che andare al supermercato?” Quomi pensa che il concetto della “convenience” o comodità sta cambiando le abitudini degli italiani, sul cibo come su altri settori. Su Quomi, oltre alla possibilità di ordinare e ricevere a casa gli ingredienti senza bisogno di andare al supermercato si hanno altri vantaggi: è risolto il problema del “cosa mangio stasera”, fornendo ispirazione e consigliando le ricette migliori; vengono consegnati prodotti eccellenti, che non si trovano spesso nella GDO e nei supermercati; non ci sono sprechi, in quanto i prodotti arrivano pre-dosati, secondo quanto effettivamente serve per quella ricetta; non è un servizio costoso: la consegna è gratuita e comprare su Quomi costa come il supermercato, con prodotti migliori; è semplice: le ricette Quomi sono alla portata di tutti, con istruzioni chiare e facili da seguire.

Elisabetta Fassina

 

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s