Food That Looks Like The Organ It Cures

[Italian version below]

The Signatura Rerorum, literally “signature of things”, is a discipline created by the Renaissance physician Paracelsus which puts in relation fruit and vegetable shapes with the human organs that each food, thanks to its properties, is able to cure.  For a long time this theory has been considered quite visionary and inconvenient, but recently science has confirmed some aspects of this discipline as well.

Let’s see which are the types of food that look alike the organs they heal.

Carrot: if we slice carrot into circles we’ll be able to notice how it looks very much alike human eyes, in particular the pupil, the iris and the lines in the halo.  Indeed, carrots contain a type of vitamin, the beta-carotene, which is fundamental for a well-functioning sight. Furthermore, a lack of lutein, a kind of carotenoid contained in carrots, can cause harm to the retina which is sensible to light.  

noro 1.jpg

Grape: this fruit also resembles the appearance of one of our body’s organs. We’re are referring to lungs: the bunch of grapes reminds of the lungs’ alveoli.

A diet rich in fresh fruit, such as grapes, has proven to reduce the risk of lungs’ cancer and emphysema. Grapes’ seeds contain a chemical element called proanthocyanidin, which seems to be able to reduce the extent of asthma caused by allergies.

noro 2.jpg

Nuts: nuts resemble a smaller version of an encephalon. Indeed, this fruit are of vital importance for our brain since it allows us to recover energies when we feel tired and stressed, this thanks to the presence of some very important nutrients such as phosphorus and magnesium.  

noro 3.jpg

Celery: it has been observed that celery looks like bones. In fact, this food is perfect for strengthening bones, thanks to the large amount of mineral salts it contains.

noro 4.jpg

Avocado: Avocado’s shape resembles, with its internal pit, the condition of a pregnant woman. Indeed, it is precisely thanks to its beneficial properties that it appears to be optimal to prevent uterus and cervix cancer. Furthermore it is highly effective the extra weight gained after pregnancy and to re-establish the hormonal equilibrium. Another “coincidence” is that the time lap between the moment in which avo’s flowers blossom and the moment in which the fruit is ripe is exactly 9 months!

noro 5.jpg

Mushrooms: with the presence of ergosterol, a precedent of vitamin D, mushrooms benefit the small bones that transmit eardrum’s vibrations to the acoustic nerve, thus improving hearing. They represent a great source of mineral, particularly potassium, of antioxidants and of some of the vitamins within group B.   

noro 6.jpg

Ginger: ginger is consider a “super food” for the numerous benefits it brings about. Its shape reminds of our stomach, indeed it is perfect against some gastrointestinal disorders: it eases digestion and it allows to keep under control nausea.

Figs: figs are related to the male reproductive system, in particular its seeds resemble sperm. Figs are thought to improve the quality of male sperm, increasing the number and strengthening spermatozoa. Thus, they would be able to limit infertility.

noro 8.jpg

 

Cristina Noro

Gli Alimenti Simili Agli Organi Che Curano

La Signatura Rerorum, la cosiddetta “firma delle cose”, è una disciplina creata dal medico rinascimentale Paracelso che mette in relazione la forma della frutta e della verdura con gli organi del corpo umano che ogni alimento, grazie alle sue proprietà, è in grado di curare. Per lungo tempo questa teoria è stata considerata come abbastanza fantasiosa e scomoda, ma attualmente anche la scienza conferma alcuni aspetti di questa disciplina. 

Vediamo quali sono i cibi simili agli organi che curano.

La carota: se affettiamo una carota trasversalmente potremo notare che essa assomiglia molto agli occhi umani, in particolare ricorda la pupilla, l’iride e le linee a raggiera. Le carote contengo infatti una vitamina, la betacarotene, che è fondamentale per un corretta funzionalità della nostra vista. Inoltre una carenza della luteina, carotenoide presente nelle carote,  può causare un danneggiamento della retina sensibile alla luce.

noro 1.jpg

L’uva: Anche l’uva ci ricorda la fisionomia di un organo del corpo umano. Si tratta dei polmoni: la forma a grappolo ricorda molto gli alveoli polmonari .

Una dieta ricca di frutta fresca, come l’uva, ha dimostrato di ridurre il rischio di cancro polmonare ed enfisema. I semi dell’uva contengono anche una sostanza chimica chiamata proanthocyanidine, che sembra ridurre la gravità dell’asma scatenata da allergie.

noro 2.jpg

 

La noce: La noce assomiglia a un encefalo in miniatura. Infatti questi frutti sono di vitale importanza per il nostro cervello, perché consentono di recuperare le energie se ci sentiamo affaticati e stressati, ciò grazie alla presenza di nutrienti molto importanti, come il fosforo e il magnesio.

noro 3.jpg

Il sedano: è stato osservato come il sedano somigli alle ossa. Infatti tale alimento è diretto a rafforzare le ossa, grazie alla grande quantità di sali minerali che contiene.

noro 4.jpg

 

L’avocado: La forma dell’avocado ricorda, con il suo nocciolo interno, la condizione di una donna incinta. Infatti è proprio grazie alle sue proprietà benefiche risulta ottimo per prevenire il cancro all’utero ed alla cervice. Inoltre è molto efficace per perdere il peso aumentato dopo la gravidanza e per ristabilire il livello ormonale. Un’altra “coincidenza” è che dal momento in cui nasce il fiore dell’avocado al momento in cui il frutto è maturo, passano esattamente 9 mesi!

noro 5.jpg

I funghi: sono proprio i funghi che con la presenza dell’ergosterolo, precursore della vitamina D, agiscono a favore delle piccole ossa che trasmettono le vibrazioni del timpano al nervo acustico, migliorando l’udito. Essi costituiscono anche un’ottima fonte di minerali, in particolare di potassio, di antiossidanti e di alcune vitamine del gruppo B.

noro 6.jpg

Lo zenzero: lo zenzero è considerato un “superalimento” per i numerosi benefici che comporta. La sua fisionomia ricorda lo stomaco, infatti è perfetto contro alcuni disturbi gastrointestinali, aiuta la digestione e permette di tenere sotto controllo la nausea.

I fichi: i fichi sono correlati al sistema riproduttore maschile, in particolare i semini ricordano gli spermatozoi. I fichi sarebbero capaci di migliorare la qualità del seme maschile, aumentando e rinforzando gli spermatozoi. Sarebbero, quindi, capaci di contrastare la sterilità.

noro 8.jpg

 

Cristina Noro

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s