Fuudly

Fuudly è il nuovo punto di riferimento per gli amanti del cibo. Molto più di un portale di ricette, un food-blog o un web magazine, Fuudly è un social network in cui tutte queste funzioni trovano la propria casa. Si può accedere tramite il sito web fuudly.com o tramite l’app facilmente scaricabile da Itunes o Google store: si crea il profilo o ci si registra tramite Facebook e in pochi secondi, attraverso la semplice interfaccia, si entra in un mondo goloso. La vita sta assumendo sempre di più una connotazione “social” in cui apparire e mostrare se stessi è quasi essenziale. Ogni momento importante viene immortalato e condiviso con gli amici attraverso Instagram o Facebook, esprimendo così le proprie esperienze e passioni. Perché non condividere momenti speciali a tavola con persone che veramente possano capire la passione per il cibo?

Unknown
Foto di Leonardo Zantedeschi

Su questo si basa Fuudly. Una piattaforma in cui gli appassionati del cibo possono interagire direttamente, postando ricette, scambiando messaggi e commenti. Si possono scovare ricette per tutti i gusti, cucinate sia da professionisti sia da appassionati, video-ricette, consigli sui posti in cui andare a cena già provati dai fuudlers e ottimi interlocutori con cui scambiare dritte culinarie.

fff.jpg

La cosa bella di Fuudly è la libera comunicazione tra gli utenti e la possibilità di creare legami e amicizie con alla base la passione per la cucina. Ci si scambia messaggi, consigli e si condividono insieme momenti speciali. Inoltre è possibile accedere a rubriche che trattano la gastronomia a 360°: c’è ne è una che spiega come utilizzare al meglio gli elettrodomestici per cucinare, alcune sulle tolleranze alimentari,sul legame cibo natura, sul pesce, il finger food e i prodotti lievitati. Insomma in Fuudly c’è spazio proprio per tutti i gusti! Gli hashtag contrassegnano ogni foto e ogni post, facilitando così la scoperta dei post più affini a noi. In particolare, un hashtag è stato molto importante per questa giovane start up: #divanofuudly. Creato per commentare on-line le puntate di Masterchef 5 Italia, in poco tempo è diventato un vero successo. Fuudlers e non,giudici, partecipanti ed ex concorrenti, spettatori e partners hanno iniziato ad usare questo hashtag che ha consolidato un’amicizia tra i concorrenti nata già nelle cucine del programma, arricchita dalla folta popolazione di fuudler e sfociata in una collaborazione con video-ricette ed eventi. #divanofuudly ha avuto un seguito così importante da spingere Fuudly ad organizzare un evento off-line in occasione della finale per festeggiare insieme la chiusura del talent show e creare un’occasione di incontro tra i protagonisti e i nomi più attivi di #divanofuudly.

f.jpg

Le video ricette sono un altro importante pilastro di questa piattaforma; danno l’opportunità a chiunque sia appassionato di cibo di imparare attraverso lezioni tenute da chef professionisti e per i più bravi, ma c’è anche la possibilità di affinare la tecnica e sperimentare nuovi abbinamenti seguendo i contributi deglii ex concorrenti di Masterchef. Le video ricette sono in parte accessibili gratuitamente, in parte a pagamento tramite ticket, acquistabile sulla piattaforma o attraverso il cofanetto regalo Emozione3, reperibile presso le principali librerie e centri commerciali.

La piattaforma ha integrato, inoltre, un sistema di stop-motion a disposizione di tutti i fuudler per creare con pochi semplici click la propria video ricetta. Oltre ai propri utenti appassionati una parte fondamentale del modello di business di Fuudly è rappresentata dai servizi B2B alle imprese, che trovano di estremo interesse i progetti di Fuudly che consentono loro di poter dialogare con una audience così targettizzata sul segmento food, e soprattutto così attiva.

Fuudly-Chi-sono-i-fodatori.jpg

Fuudly è la neo-nata “creatura” di una manciata di giovani soci, tutti appassionati di cucina e alcuni di loro laureati in Bocconi, che sentivano l’esigenza di creare un punto di riferimento social unico nel panorama food. Passione per il cibo ed entusiasmo motivano ogni giorno una start up che non si pone confini, presente per ora solo in Italia ma con un’interfaccia anche in lingua inglese e che a breve sarà pronta per portare la sua esperienza all’estero, perché come dice Barbara Zaminato, uno dei soci fondatori di Fuudly, “Per Fuudly, non ci sono barriere, esattamente come non ce ne sono per la passione – per il cibo”. A neanche un anno dalla sua nascita, Fuudly è già diventato un caso per una tesi di Laurea presso l’università degli studi di Pavia (corso di Laurea in comunicazione,innovazione e multimedialità).

Victoria Oliva

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s