VACANZE A GRAN CANARIA

Per le vacanze di Pasqua ho deciso di prendermi finalmente una vacanza e partire con le donne della mia famiglia per le Canarie! In una settimana ho girato l’isola di Gran Canaria in lungo e in largo, alla ricerca di spiagge soleggiate, luoghi caratteristici e soprattutto…ristorantini!

L’offerta sul cibo è veramente varia e non abbiamo avuto la minima difficoltà nel trovare posti con offerte vegan e vegetariane. Essendo uno dei principali porti che collegano l’Europa ai Paesi d’oltreoceano, la città di Las Palmas presenta una forte componente di internazionalità ed una mentalità aperta ed accogliente. I prezzi dei negozi e del mercato ortofrutticolo in città sono abbastanza simili a quelli italiani, leggermente più economici nei ristoranti (una cena per tre persone non supera i 50 euro).

Ma veniamo a quello per cui noi BFooders siamo qui: il cibo! La prima sera abbiamo cenato a “La Hierba Luisa”, un piccolo ristorante nel cuore del centro storico di Las Palmas, chiamato Vegueta, dove ho assaggiato come primo piatto una crema di riso e zucca, dolce e ricca di spezie, e come secondo i miei amati falafel, belli saporiti, croccanti e accompagnati da un’insalatina fresca di lattuga e pomodorini.

canarie 1

Il giorno seguente abbiamo provato il ristorante “Awaviva”, situato presso La Playa de Las Canteras, la spiaggia più bella di Las Palmas, con piccoli tavolini e tanti libri interessanti su vari argomenti, dalla cucina alla meditazione. Il menù del giorno prevedeva una crema fredda di peperoni e pomodori, accompagnata da uno straordinario pane alla cannella con semi e fichi secchi fatto in casa e per secondo degli spring roll di cavolo cappuccio, spaghettini di soia e verdurine julienne, da intingere in un chutney di mango. Un pranzo leggero e saporito, che ci ha fatto venire voglia di tornarci una seconda volta a fine settimana!

canarie 2

Sempre al centro di Las Palmas si può trovare “Zoe Food”, ristorante vegano e vegetariano con uno stile eccentrico ma delicato e con una buona offerta sia nel menù giornaliero che nei piatti alla carta. Quel giorno ci siamo sbizzarrite nelle ordinazioni: bagel con tofu strapazzato e verdurine su crema di fagioli rossi, vegan kebab ripieno di un ragù al pomodoro molto saporito, piatto di proteine (verdure miste, riso e tempeh) e per concludere una fantastica torta senza glutine senza zucchero al cacao e cocco, e uno strudel di mele. I prezzi sono nella media, come quelli degli altri ristoranti che abbiamo provato, e avevamo tanta voglia di tornare, peccato che alla domenica facessero solo brunch.

canarie 3

Las Palmas offre opzioni vegan anche per chi avesse voglia di junk food: al “180 grados fine food”, locale semplice e curato che fa principalmente da asporto, si trova un gustoso burger di ceci home made con pane ai semi e patatine fritte accompagnate da salsine della casa (per vegetariani).

canarie 4

I ristoranti italiani non mancano mai, perciò per i nostalgici si trovano facilmente ravioli, pasta e pizza. Abbiamo provato “Piccola Italia”, un ristorante pizzeria vicino alla nostra guest house a Las Palmas, gestito da italiani, dove abbiamo preso una pizza con le verdure e senza formaggio, che ti salva la cena se hai tanta fame e poca voglia di spostarti.

A sud dell’isola vicino alle dune di Maspalomas l’offerta di ristoranti è molto ampia, anche se con meno opzioni vegetariane e vegan. La maggior parte sono locali per turisti, bar e pub, altrimenti si trovano specialità spagnole (dove preparano la paella vegetariana). Fortunatamente abbiamo trovato un ristorante indiano “Misbah Indian Tandoori” il cui proprietario era super informato sulla cucina vegan e ci ha proposto un menù abbondante e saporito di specialità indiane (samosa, riso pilaf, curry di verdure…) che ci ha lasciate sazie e soddisfatte.

canarie 5

L’ultimo ristorante che abbiamo visitato è stato Cokì, sempre in zona Vegueta, che ha alternative per tutte le esigenze pur non essendo vegetariano o vegan. Abbiamo ordinato come starter la classica guacamole con i nachos e una crema di verdure dolci. Come piatto principale abbiamo preso una semplice ma gustosa pasta al pesto di basilico e frutta secca e poi un’insalatona di lattuga, avocado, mele, ananas e noci condita da una salsa agrodolce. Bello il locale, con un caratteristico tromp-l’oeil a tutta parete e musica leggera e piacevole in sottofondo.

canarie 6

Sono rimasta molto soddisfatta da questa vacanza dove ho avuto modo di conoscere persone amichevoli, interessanti e di nazionalità sempre diverse (rivolgo in particolare un caro saluto a Alessandro e Carmen Gloria, i proprietari della guest house “Katanka” dove abbiamo alloggiato serenamente) e visitare tanti luoghi pieni di sole e di vita (e di vento!). Mi sento di consigliare a tutti di prendere una pausa e farsi qualche oretta di volo per andare in un luogo pieno di energia, natura e buon cibo! Mi raccomando ricordatevi di provare il gel di aloe, una pianta ricca di proprietà lenitive e nutrienti per la pelle, che su quest’isola cresce spontanea e in abbondanza e che vi salverà dalle scottature 😉

Un abbraccio a tutti, al prossimo articolo!

Simona Fontana

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s