Merano: la magia del Natale in Trentino

Nell’area del Sudtirol, in Trentino-Alto Adige, c’è un paese che si estende lungo un tratto del fiume Passirio: è Merano, sede di tradizioni e modernità. Nei giorni del 29 e 30 dicembre, ho avuto l’occasione di assaporare i gusti e le bellezze di questo borgo dove, in occasione del Natale, sono allestiti i tradizionali mercatini.

Quasi 70 espositori ci propongono articoli molto diversi tra di loro: dai liquori e vini agli oggetti artistici in terracotta, dai berretti, cappelli e sciarpe agli strumenti musicali. Quello che però mi ha più colpita è la varietà di cibi e sapori che puoi gustare lungo le casette. A partire dalle crepes e dalle frittelle di mele, continuando con i formaggi di malga, castagne e vin brûlé, finendo con lo speck fatto in casa, paté, lardo e wurstel artigianali, Merano offre davvero dei cibi d’asporto che vale la pena mangiare!

holzofendinnede_dinnede_blech.jpg

Nelle ore trascorse in questo grazioso paese ho potuto mangiare delle pizzette sfornate al momento con patate e speck croccante, le “Dinnede”. Quello che più emozionava noi passanti erano i profumi che provenivano da questa casetta, la “Schlossbeck”: l’espositore aveva infatti i forni a legna proprio davanti alla struttura stessa, così da poter ammirare ogni volta le pizze e il pane che sfornavano al momento.

Lo speck è senz’altro l’ingrediente che più rappresenta la cultura del Sudtirol, assieme ai Canederli. Potete trovare questi due cibi in ogni angolo di Merano; esso ha due tipi di stagionature, può essere più saporito e affumicato oppure più dolce. I Canederli, invece, sono proposti con gusti differenti: ricotta e spinaci o speck e noci. Cenare dentro la casetta “Saxifraga Kurhaus” con il tris di Canderli lungo il fiume Passirio è senz’altro una delle esperienze più caratteristiche che Merano ha da offrire.

canederli.jpg

Infine, grande impegno è dedicato anche alla preparazione del Brezel, pane tipico del Trentino. Preparato con farina di grano tenero, acqua, malto, lievito di birra e bicarbonato di sodio, si dice sia il cibo da merenda più antico del mondo. Buonissimo da mangiare da solo o accompagnato da affettati quali lardo e speck, si accosta molto bene anche ad un buon bicchiere di vin brûlé.

bretzel

Ciò che rende questo paese così speciale nel suo genere, ovviamente oltre al buon cibo, sono le luci di Natale che, assieme alla bellezza del paesaggio che lo circonda, i bagni termali e l’aria salubre di montagna, fanno di Merano una cittadina magica.

Stefania Comunello

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s